Statuto

Il 22 marzo 2012 abbiamo deliberato il seguente statuto:

ATTO COSTITUTIVO del COMITATO PROMOTORE DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE QUORUM ZERO E PIU’ DEMOCRAZIA

 Articolo 1 – Costituzione e denominazione

In data 13/02/2012, presso la Cancelleria Corte di Cassazione, sita in Roma Piazza Cavour, tra i sottoscrittori del presente atto è costituito il Comitato promotore per la proposta di legge di iniziativa popolare “Iniziativa Quorum Zero e Più Democrazia”.

Articolo 2 – Sede

Il comitato ha sede presso Paolo Michelotto – via Unione 32 B – 38068 Rovereto (TN).

Articolo 3 – Scopo

Il Comitato, apartitico e senza fine di lucro, ha lo scopo di promuovere e sostenere la proposta di legge di iniziativa popolare “Quorum Zero e Più Democrazia”. A tal fine il Comitato si adopererà, in particolare, per:

- promuovere e sostenere la raccolta delle firme necessarie per la presentazione della sopra citata legge;

- creare occasioni di approfondimento e dibattito sui temi della legge, nonché iniziative di informazione, comunicazione e autofinanziamento;

- coordinare i cittadini, le associazioni, i movimenti e i partiti che vogliano collaborare con l’iniziativa;

- promuovere la conoscenza e l’introduzione degli strumenti della Democrazia Diretta in Italia e incentivare l’efficacia di quelli già presenti

Articolo 4 – Organi

Organi del Comitato sono: l’assemblea, i portavoce, il tesoriere.

Articolo 5 – Associati

Il Comitato è aperto alla partecipazione di tutti coloro che condividono gli scopi di cui all’art. 3.

Articolo 6 – Assemblea

L’assemblea è convocata da un minimo di 3 membri. Le assemblee sono convocate con un preavviso di almeno 5 giorni con annuncio pubblicato sugli strumenti web di riferimento e tramite posta elettronica. Il luogo della riunione può essere fisico o virtuale.
L’assemblea è validamente costituita con la presenza di almeno 5 membri del comitato.
Le assemblee si tengono secondo un regolamento approvato dall’assemblea e/o nelle modalità decise dai partecipanti.
Chiunque può chiedere la modifica del regolamento all’inizio dell’assemblea.
Le votazioni possono avvenire per alzata di mano o seguendo altri metodi decisi dai presenti. Alla votazione partecipano i membri presenti.
Le deliberazioni vengono prese a maggioranza dei presenti e sono palesi.

Articolo 7 – Tesoriere

Al tesoriere, che viene eletto dall’assemblea, è in capo la gestione economica dei fondi del comitato.

Articolo 8 – Fondo comune

Il fondo comune è costituito dai contributi volontari versati da tutti coloro che aderiscono e sostengono il Comitato. Eventuali eccedenze al momento dell’estinzione del Comitato saranno devolute ad associazioni che promuovono la democrazia diretta.

Articolo 9 – Estinzione

Il Comitato si estingue quando lo delibera l’Assemblea, convocata con specifica richiesta di estinzione all’ordine del giorno.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>