Conferenza stampa di presentazione “Quorum Zero” presso la Camera dei Deputati

Ecco il video della conferenza stampa di presentazione della proposta di legge di iniziativa popolare “Quorum Zero e Più Democrazia”, presso la sala stampa della Camera dei Deputati.

Per il comitato erano presenti Gianni Ceri, Dario Rinco ed Emanuele Sarto. Tra i presenti Vito Crimi, capogruppo del Movimento 5 Stelle al Senato, Riccardo Fraccaro, segretario Ufficio Presidenza Camera dei Deputati Movimento 5 Stelle.

(la presentazione inizia dopo qualche minuto)

(link alla pagina con il video: Camera WebTV)

Alcune news uscite sulle testate giornalistiche:

(AGI) – Roma, 22 mag. – La conferenza stampa, come avviene abitualmente, parla di un argomento preciso: in questo caso, la proposta di abolire il quorum per i referendum e non solo. Ma naturalmente, le domande dei cronisti spaziano sull’attualita’ politica. Come e’ prassi. E cosi’, quando Crimi e’ gia’ andato via e la sala si sta svuotando, Dario Rinco interroga la stampa per scoprire quanto abbia seguito e capito. La risposta dei giornalisti parlamentari e’ polemica, si invoca la dignita’ professionale e si lamenta un pregiudizio che non si basa sui fatti. Il dibattito si fa acceso e i toni si alzano. Rinco accusa: “C’e’ una comunicazione non verbale…” riferendosi polemicamente ai giornalisti che non avrebbero seguito la conferenza stampa nei modi corretti, a partire dalla postura. Fuori dalla sala intanto si forma un capannello e un deputato grillino lamenta il fatto che ogni volta, dal suo territorio, gli venga chiesto ‘ma voi cosa state facendo in Parlamento?’. Questo perche’ sui giornali, lamenta, i 5 stelle spesso finiscono perche’ si dividono sulla diaria o per una mail dello staff che invita a non parlare con giornalisti “inaffidabili e in malafede”. E il problema, secondo il deputato, non e’ la sbagliata gestione della comunicazione ma il fatto che parlare della diaria equivarrebbe a parlare di gossip. “Come dobbiamo interagire con voi?” chiede ai giornalisti dopo due mesi di frequentazione obbligata nel Palazzo. Nel merito dell’iniziativa presentata in conferenza stampa, Crimi ha spiegato: “Appoggiamo la legge d’iniziativa popolare ‘Quorum zero’ e faremo in modo che possa essere discusso in Parlamento il piu’ presto possibile. Mai – ha sottolineato – una legge di iniziativa popolare e’ arrivata a compimento”. Anche Fraccaro, che sottolinea che il comitato ‘Quorum zero’ “e’ apartitico”, ha aggiunto: “Noi auspichiamo la partecipazione dal basso e vorremmo che fosse lo strumento principe perche’ il potere e’ del popolo. Questa e’ un iniziativa lodevole per forma e contenuto”, il quorum zero “serve a iniettare forti dosi di democrazia diretta nel nostro paese. Non si trata di sostituire la democrazia, non e’ un golpe, ma un’interconnessione tra forma diretta e quella degli eletti”. Secondo Fraccaro, “avrebbe effetti meravigliosi perche’ se i cittadini si sentono partecipi o compartecipi, hanno una maggiore felicita’ una maggiore coscienza civile. Ci sono studi che lo dimostrano. M5S appoggia tale proposta e cerchera’ di spingere per la discussione in aula, con voto palese“.

(Public Policy) – Roma, 22 mag. – “Non c’è nessuna black- list dei giornalisti semplicemente ci è stato suggerito dal nostro ufficio comunicazione che se un giornalista a cui abbiamo rilasciato una intervista ha travisato o riportato una notizia falsa, forse la prossima volta è meglio registrare l’intervista. Mi sembra una prassi corretta. È un suggerimento dell’ufficio comunicazione, che io ho accolto”. Risponde così il deputato 5 stelle Riccardo Fraccaro, dopo una conferenza stampa alla Camera piuttosto agitata, convocata per la presentazione della proposta di iniziativa popolare sul “Quorum zero” e poi virata sulle polemiche interne al Movimento sulla messa all’indice dei cronisti “non affidabili”. Quindi nessun diktat dallo staff? “Assolutamente no, non se lo possono permettere, perché sono pagati da noi”, replica secco Fraccaro.

Altri articoli: Blitz quotidiano, Giornalettismo (con foto e un video…del dopo conferenza stampa), Lettera 43, il Fatto Quotidiano, Quotidiano.net, Il Foglio.it.

Proprio ieri il ministro delle Riforme Gaetano Quagliariello aveva detto:

“Gli istituti di democrazia diretta” sono “da rivedere al fine di favorire una più intensa e più responsabile partecipazione dei cittadini alla vita politica della Nazione”. Il ministro cita ad esempio “l’obbligatorietà del referendum confermativo sulle leggi di revisione costituzionale”, “la revisione della legge sul referendum abrogativo” per “adeguare all’aumento della popolazione il numero di sottoscrizioni richieste”, “definire con maggior precisione i requisiti di ammissibilità e anticiparne il giudizio”, “modificare la disciplina del quorum di validità del risultato sulla base della percentuale dei votanti”, “formalizzare il divieto, per un periodo determinato, di ripristino della norma abrogata”. “Interventi ulteriori – aggiunge – potranno riguardare le proposte di legge di iniziativa popolare e, su un piano differente, la disciplina che regola il dibattito pubblico sui grandi interventi infrastrutturali (sul modello adottato da altri Paesi europei)”. (fonte: il Fatto Quotidiano)

2 Responses to Conferenza stampa di presentazione “Quorum Zero” presso la Camera dei Deputati

  1. vittorio ballestrazzi

    Non verrà mai approvata. Il m5s doveva andare al governo. Non c’è andato e ha perso l’occasione della vita e noi con lui.

  2. Se ognuno si impegna a replicare l’iniziativa nel proprio Comune qualcosa si riesce ad ottenere… come già capitato a Vicenza o a Trento… ma c’è ancora tutto da fare…
    I gufi non servono.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>