Lettera aperta ai mezzi di informazione alessandrini

di Bruno Aprile

Spettabili redazioni giornalistiche, radiofoniche e televisive alessandrine,
con riferimento alla raccolta firme a sostegno dell’iniziativa “Quorum Zero e Più Democrazia“, ufficialmente iniziata in tutto il territorio nazionale il 27 febbraio 2012,
mi pregio di ricordare che ho inviato il relativo Comunicato Stampa via posta elettronica a TUTTE le redazioni alessandrine e finora soltanto la Pulce Online e Radio Gold hanno dato riscontro all’iniziativa ed al comunicato stampa.
Mi preme osservare inoltre, nel caso non si fosse compreso bene di cosa tratta quanto segnalato, che l’iniziativa legislativa popolare è un diritto dei cittadini elettori previsto dalla nostra legge fondamentale fin dalla sua entrata in vigore (art. 71 comma 2 Cost.).
Per lo più le amministrazioni locali, compresa quella di Alessandria, sono tenute ad agevolare l’iniziativa dei cittadini sia attraverso un altro principio/diritto costituzionale (art. 118 cost.) e sia attraverso una legge in vigore dal 1990 (legge 142/90modificata in meglio dall’attuale art. 8 Dlgs 267/00.
Se ancora non dovesse bastare lo Statuto del Comune di Alessandria prevede le stesse identiche cose al titolo II - Istituti di partecipazione.
Alla luce di quanto sopra esposto vorrei sottolineare che non è colpa nostra se, i padri costituenti prima ed il legislatore dopo, hanno previsto una raccolta di almeno 50.000 firme secondo le modalità previste dalla legge attuativa di tale diritto costituzionale (L. 25 maggio 1970 n. 352) per far si che i proponenti del disegno di legge possano presentarlo al parlamento …  quindi mi domando come poter beneficiare di tale diritto costituzionale e conoscere l’eventuale parere dei miei connazionali /concittadini se neppure i mezzi di informazione ci agevolano nell’informare la cittadinanza locale ignara di tale iniziativa e forse anche di tale nostro e loro diritto.
Confido quindi, consapevole pure che la stampa non può essere soggetta né ad autorizzazione e né a censura (art. 21 cost.)e che non sto oltraggiando e/o diffamando nessuno, che possiate trovare uno spazio per divulgare tale iniziativa ed aiutare tutti i vostri connazionali in tutto quanto esposto.
Non vedo  altri mezzi tanto efficaci per informare i cittadini sovrani dei loro diritti e delle loro opportunità.
Distinti saluti
Bruno Aprile – tel. 3472954867 – Alessandria

 

2 Responses to Lettera aperta ai mezzi di informazione alessandrini

  1. Caro Bruno,
    meglio – molto meglio… – affidarsi alla Rete per informare i Cittadini. E’ vero che solo poco piu’ della metà di loro la utilizza ma questo dato è ancora in forte crescita mentra la stessa cosa non si può proprio dire per l’editoria tradizionale. Ed è solo la Rete che può innescare un processo virtuoso tale da portare al successo inizative come questa. I giornali tradizionali, i partiti sono cose del passato, è indispensabile che i Cittadini inizino a progettare il proprio futuro. Quale strumento piu’ adatto della Rete? Ciao e grazie per il Tuo impegno.
    -.-
    Mauro Magnani

  2. Lo so bene che i media e i partiti tradizionali, ma direi addirittura l’intero sistema dei partiti ed elettorale, sono cosa del passato e che hanno fatto ingenti danni al paese … nondimeno è sempre un tentativo che sommato alla rete permette di raggiungere ancor più persone. E’ ancora un dato di fatto che molta gente guarda molto tv, ascolta radio e legge giornali e tutto ciò che proviene da quelle fonti per molti assume un importanza più rilevante anche se in realtà può essere addirittura fuorviante. Al di la di tutto ciò non sarà certo l’attitudine o la consuetudine dei media a scoraggiarmi dal far notare loro quale importante ruolo svolgano.
    Ciao e grazie a te dell’apprezzamento, Mauro :-)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>