Le firme e la burocrazia: cosa sta succedendo nelle varie città?

di Paolo Michelotto

so che molti hanno iniziato la procedura per poter raccogliere le firme. Sarebbe interessante ci scambiassimo dei brevi resoconti.

Comincio io:

Dedico la mattina del lunedì. A Rovereto (TN) alle 9 di lunedì ho fatto 50 moduli in copisteria, costo 0,24 euro ciascuno. Mi sono stampato anche 3 Volontini in formato A3 (costo 1 euro ciascuno) da lasciare all’ufficio elettorale. Alle 10 ero nell’ufficio del Segretario Comunale. Che però era fuori per altri lavori, lascio detto la richiesta di preparare almeno 3 dei 50 moduli per poterli portare all’uff. elettorale. Alle 12,30 l’assistente mi chiama per dirmi che erano pronti. Vado a prenderli, ma nel frattempo l’uff. elettorale aveva chiuso alle 12. Il mercoledì apre di pomeriggio fino alle 18 e mi recherò in quel momento. Vado poi all’ufficio che assegna l’occupazione spazi pubblici, ma scopro che servono 2 marche da bollo da 14,62. Una per la richiesta e una per l’assegnazione. Ma il regolamento comunale prevede che si possa far richiesta degli spazi non prima di 2 mesi. Per evitare di fare 2 richieste, allora aspetto il 2 aprile per presentare la domanda per il 14 aprile, il 5 maggio e il 2 giugno.  Se voglio fare qualche altro banchetto devo per forza fare una seconda richiesta con altri 29 euro…

Nel frattempo sto preparando l’iniziativa comunale. Nel mio comune raccoglieremo insieme anche l’iniziativa provinciale (il cui testo è a buon punto e firme per un referendum regionale per togliere i vitalizi agli eletti, che è partito in questi giorni).

E a voi come è andata? Chi vuole, può scrivere un breve resoconto qui sotto a questo post, come commento.

14 Responses to Le firme e la burocrazia: cosa sta succedendo nelle varie città?

  1. Pingback: il blog di paolo michelotto » Le firme e la burocrazia: cosa sta succedendo nelle varie città? » Democrazia Diretta e dei Cittadini

  2. Pingback: Le firme e la burocrazia: cosa sta succedendo nelle varie città? « Più Democrazia a Rovereto

  3. Per ora ho contattato telefonicamente l’ufficio elettorale del Comune di Alessandria per avere info su eventuale elenco degli autenticatori che non ho notato nel sito ufficiale del Comune.
    L’addetto all’ufficio infatti mi ha confermato che non esiste un elenco pubblico nel sito ma che occorre contattare direttamente (singolarmente) i consiglieri che si dovranno però rendere disponibili e gli assessori, questi ultimi non devono comunicare la loro disponibilità e quindi saranno disponibili senz’altro, previ accordi con essi. Ora sto consultando la pagina del sito del Comune che elenca consiglieri ed assessori per vedere se hanno dei recapiti pubblici.

  4. Stamattina ho iniziato l’iter.

    La prima cosa che ho fatto è stata contattare l’URP del comune. Dopo una serie di giri a vuoto, ho scoperto che il primo step è fare la richiesta per la vidimazione dei moduli alla segretaria generale del comune di Ravenna.

    Le persone con cui ho avuto a che fare fin ora sono state gentili e disponibili. Tuttavia credo che il comune debba fornire al cittadino informazioni più certe e che sul sito del comune debba esserci l’iter che un cittadino deve seguire passo passo per fare queste azioni. Anche solo per semplificare la vita agli impiegati dei vari uffici.

    Discorso autenticatori: a Ravenna si ha la fortuna di avere a disposizione tre eletti in Consiglio Comunale (ad ora, spero altri si aggiungano!). Non mi è ancora stato detto se un dipendente comunale/provinciale può acquisire lo status di autenticatore o il gabinetto del Sindaco ha già stilato una lista di nomi a inizio mandato e quindi nessuno si può aggiungere in corso.

    Ora attendo la risposta dalla segreteria generale. Sono fiducioso.

  5. Settimana scorsa avevo preso contatto con i comuni di Bresso, Cusano, Cinisello B., Cologno Monz., Vimodrone per la vidimazione. Purtroppo in alcuni comuni il segretario generale, che dovrebbe vidimarci i moduli, svolge la funzione in più comuni. Trovando la procedura troppo dispendiosa in termini di tempo opto per la Corte di Appello del tribunale di Milano, che ha una giurisdizione molto ampia (arriva fino alla provincia di Sondrio), e questa mattina in meno di un’ora ho i moduli vidimati e firmati. Nel pomeriggio ho preparato il foglio accompagnatorio dei moduli e li ho consegnati a Sesto San Giovanni e a Cinisello Balsamo all’ufficio protocollo facendomi rilasciare copia per il nostro archivio.
    A Sesto San Giovanni, ufficio elettorale, ho avuto la possibilità di illustrare la proposta di legge e di lasciare documentazione a supporto. Ho trovato persone veramente disponibili e preparate in materia di raccolta firme ma soprattutto nei temi della proposta di legge “Quorum zero”. Questo potrebbe esserci utilissimo poichè hanno condiviso il fatto che “solo chi vota deve contare”.
    A Cinisello Balsamo l’ufficio preposto non è aperto al pubblico nel pomeriggio. Domani telefonerò per cercare di spiegare il tutto senza dovermi recare di persona.
    Noto che gli uffici preposti alla raccolta firme (URP, anagrafe, ufficio elettorale) variano da comune a comune. E’ consigliabile contattare preventivamente l’ufficio dove raccoglieranno le firme per avere la possibilità di spiegare nei dettagli i temi della proposta di legge.

  6. più o meno le stesse azioni: fotocopiato i moduli in A3 ( l’articolato scritto un pò piccoloe illegibile, solleveranno obiezioni?) , ,fatta trafila alla corte d’appello tra i meandri del tribunale di Napoli e fatto richiesta per la vidimazione di 25 moduli ( nelle nostre zona ogni firma è grasso che cola). domani vado a ritirarli e venerdi faccio richiesta di autorizzarione all’autenticazione al mio Presidente di Provincia ( detto Gigino a’ purpetta) in quanto funzionario provinciale; e cosi potrei avere competenza ad autenticare su un territorio più vasto del mio comune. l’autorizzazione non sarà facile ottenerla , già la volta precedente x i referendum acqua mi fu negata. in alternativa rompero le scatole a qualche consigliere ” amico”. Poi Qualche modulo lo lascio al Comune e qualcuno lo utilizzo ai banchetti dove faremo anche campagna informativa x salviamoi l paesaggio. Cerchiamo però di sfondare qualche media. ieri ho parlato con Alex Zanotelli che è riconosciuto come persona ” impegnata” civilmente e non sapeva niente di questa iniziativa……ci vediamo sabato a Massa…ciao Gennaro

  7. Noi a Ferrara siamo pronti a partire. Abbiamo anche il certificatore. Saremo in centro, sotto il volto del cavallo il sabato pomeriggio, dalle 15.30 circa fino alle 18.30-19.00 circa, tutti i sabati (iniziamo dal 10 Marzo poichè il 3 siamo in forza a Rimini).

  8. Ho inviato ieri, per iniziare, una e-mail a TUTTI gli assessori del Comune di Alessandria e ai consiglieri comunali che hanno un indirizzo di posta elettronica pubblico (solo due – uno dei quali sbagliato). Gli indirizzi li ho estrapolati dall’ apposita pagina nel sito ufficiale del Comune. Ho inoltre scritto una e-mail per chiedere a quale cancelleria del Tribunale di Alessandria rivolgermi per fare vidimare i moduli di raccolta delle firme. Anche in questo caso ho utilizzato gli strumenti suggeriti dal sito ufficiale del Tribunale. La conferma di lettura a quest’ultima e-mail è arrivata… la risposta ancora NO.
    Attenderò un paio di giorni e poi mi recherò personalmente ovunque.
    Viva l’informazione e la semplificazione attraverso gli strumenti telematici, portali web delle istituzioni, posta elettronica, etc.

  9. Ciao. Cattive notizie da Roma. Stamattina sono andata al Comune di Fara Sabina (RI) e sono riuscita solo a lasciare i moduli con la promessa che quando il Segretario li avrà vidimati mi chiameranno. Nel pomeriggio sono andata a Roma e speravo di poter vidimare i moduli nel mio municipio ma ho avuto la cattiva notizia che in realtà i vari municipi di Roma non hanno un ufficio che abbia la delega del Segretario e quindi occorre andare proprio al Campidoglio. Un giorno di ferie semi-buttato :-(

  10. A Chieri l’iter seguito è stato lo stesso, ho fotocopiato i moduli e li ho portati allo sportello unico; la faccia dell’impiegata quando gli ho detto che era per una raccolta firme fa augurare a tutta sta gente un’altro ventennio di malsana dittatura, ma procediamo. Le consegno i moduli che dice prima o poi verranno vidimati dal segretario comunale capo ma per farlo devo mandargli una lettera di richiesta con su scritto quanti moduli le lascio, quanti restano allo sportello unico, quanti ne voglio per eventuali banchetti, l’argomento della raccolta firme e la data di termine… insomma.. non ci danno vita facile visto che questo dovrebbe essere il passo più semplice!

  11. Matteo Rigotti

    Oggi avviato anche io le pratiche per la città di Trento e dintorni! Sono andato direttamente in Tribunale per poter poi utilizzare i moduli anche in altri comuni vicini. Trovato l’ufficio giusto siamo rimasti d’accordo che mi verranno consegnati venerdì. Prima non riescono (c’erano anche altri moduli di altre iniziative e mi hanno chiesto “ma perchè fanno tutti adesso queste iniziative”?..probabilmente è il popolo che reclama democrazia..) però ho anche portato molti moduli..! Sono stati comunque molto disponibili e ci siamo accordati perchè già domani possa passare a ritirare 10 moduli (così posso avviare la “macchina burocratica” della Segreteria Comunale), infatti sono passato anche dalla Segreteria per firmare un’altra iniziativa e con la scusa ho chiesto qualche informazione… Una volta portati i moduli vidimati ci vorranno 2-3 giorni per avviare il tutto. In compenso inoltreranno loro i moduli presso le Circoscrizioni e faranno le varie richieste per gli autenticatori. Tutto questo è bene richiederlo e specificarlo nella lettera di presentazione che si consegna assieme ai moduli, indicando anche l’autorizzazione per l’utilizzo dei dati del referente.

  12. Eccomi di nuovo… dopo qualche settimana abbiamo migliorato i nostri “metodi”. Noi per comodità abbiamo fatto vidimare 100 moduli direttamente in Tribunale (così li possiamo usare ovunque nella nostra regione)…avremmo potuto benissimo farli vidimare comune per comune dalla segreteria. Ho preparato un raccoglitore con: lettera di “consegna”, modulo vidimato, lettera di presentazione dell’iniziativa e un volantino…questo è il “kit” che porto in ogni comune… le lettere le abbiamo preparate con gli spazi vuoti per inserire al momento il nome del comune e la data (così non devo stampare moduli nuovi ogni volta”. In questo modo basta recarsi allo sportello anagrafe o elettorale del comune. Se i moduli non fossero già stati vidimati basta recarsi alla segreteria del comune, specificando anche nella lettera che chiediamo di vidimarlo, poi di raccogliere le firme autenticandole, e alla fine “certificarle” (fa tutto il comune). Questo è il tutto per fare il “tour” dei comuni…riportando poi i vari recapiti nel forum.
    Per quanto riguarda i banchetti abbiamo fatto la domanda di occupazione di suolo pubblico dai vigili (2 marche da bollo, non si paga altro perchè è chiaramente un’iniziativa “politica”). Il passo successivo è trovare gli autenticatori. Se si conosce qualcuno che può farlo bene…noi non conoscendo nessuno abbiamo chiesto in Comune. Non è stato però possibile avere un “elenco” o ottenere qualcuno “d’ufficio”. Bisognerebbe chiedere individualmente…….. Allora abbiamo insistito presso la segreteria del consiglio comunale per consegnare a tutti i consiglieri il nostro comunicato, le nostre date, e i nostri recapiti. Su 50 consiglieri solo uno ci ha risposto… grazie a lui siamo però riusciti a contattarne altri, ci ha consigliato alcuni “papabili” tra i presidenti di Circoscrizione…e per il momento siamo riusciti a trovare gli autenticatori necessari per rienpire le prime giornate di raccolta.
    A questo affiancheremo una raccolta fuori dal palazzetto quando ci sarà lo spettacolo di Crozza…
    Altra cosa abbiamo organizzato una conferenza stampa. Continuato poi a “rompere” in comune perchè mettano sul loro sito le iniziative che si possono firmare. E ora stiamo prenotando le sale delle Circoscrizioni per organizzare delle serate informative. Chiaramente prima bisognerà passare a volantinare, e l’impegno aumenta…ma la causa lo merita.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>