Yearly Archives: 2012

la discussione sul quorum zero a Rovereto è stata rimandata a dopo la Befana

di Paolo Michelotto

democraziadirettarovereto
democraziadirettarovereto

niente da fare. I nostri amministratori non sono stati capaci di farci un bel regalo di Natale togliendo il quorum dai referendum comunali.

La serata infatti è stata dedicata quasi completamente alla discussione sulla votazione del Presidente del Consiglio. E non era una scusa per rinviare, erano veramente accalorati e impegnati in questa discussione.

Dopo le 23, quando ormai era impossibile cominciare la discussione (tra l’altro le minoranze erano uscite dall’aula in segno di protesta per la votazione precedente), la nuovamente riconfermata Presidente del Consiglio Comunale di Rovereto Avv. Barbara Lorenzi, mi ha raggiunto fuori dall’aula per dirmi che avrebbe chiesto la discussione della iniziativa quorum zero nella prima riunione di gennaio. E che dovrebbe essere il primo punto in discussione. Quindi l’8 o il 9 gennaio 2013.

Ha detto che mi verrà comunicata la decisione. Appena riceverò il testo lo inserirò su questo blog.

Oggi si discute di Quorum Zero a Rovereto in Consiglio Comunale: ultimo argomento in agenda

di Paolo Michelotto

Qui il link per vedere la webcam del consiglio comunale di Rovereto in diretta dalle 19 in poi:

http://www.comune.rovereto.tn.it/webtv_live.jsp?ID_LINK=1501&area=139&area=96&id_context=8065

trascrivo qui l’email appena ricevuta dal Pres. Consiglio Comunale Avv. Barbara Lorenzi:

Egregio signor Paolo Michelotto
p.c.
Ai Capigruppo consiliari

In relazione ai lavori del Consiglio comunale programmato per questa sera, sono a comunicare quanto segue.
L’ordine dei lavori sarà quello indicato nell’ordine del giorno, senza alcuna inversione, stante la necessità di procedere urgentemente alla discussione della delibera proposta dalla giunta relativa alla convenzione con la comunità di valle attinente al dirigente unico.
I lavori del consiglio si svolgeranno quindi secondo la seguente scaletta: elezione del presidente del consiglio, elezione del vicepresidente del consiglio, delibera sulla convenzione con la comunità di valle, delibera sul quorum zero.

Cordiali saluti
La Presidente del Consiglio comunale
Barbara Lorenzi

Edit delle ore 24.00 la discussione non ha affrontato la delibera sul quorum zero, che però sarà discussa al primo consiglio comunale probabilmente l’8 o il 9 gennaio 2013. Così mi è stato detto dal Presidente del Consiglio Comunale. E questa volta dovrebbe essere il primo argomento in discussione.

QUORUM ZERO A VICENZA!!!!

a Vicenza! QZERO ! 5.000 firme, ma QUORUM ZERO !!!!

15/12/2012 – La parola ai cittadini – Margherita di Savoia

di Dario Rinco.

A Margherita di Savoia, comune commissariato, Maurizio Giacomantonio e i componenti dell’associazione Artemia Salina hanno organizzato presso la sala consiliare del comune “La parola ai cittadini” nel migliore dei modi.

I cittadini che hanno avanzato proposte hanno capito perfettamente lo spirito dell’iniziativa. Si sono fatti trovare pronti illustrando la propria Continue reading

Mercoledì 19 Dicembre 2012 il Consiglio Comunale di Rovereto discute l’Iniziativa Quorum Zero e Più Democrazia

di Paolo Michelotto

convocazione Consiglio comunale 18 e 19 dicembre 2012-1

convocazione Consiglio comunale 18 e 19 dicembre 2012-2

ho ricevuto la comunicazione ufficiale della convocazione del Consiglio Comunale, che si può leggere qui sopra.

Mercoledì 19 Dicembre 2012 dalle ore 19 in poi il Consiglio Comunale di Rovereto discuterà della Iniziativa Quorum Zero e Più Democrazia (essendo l’11^ proposta mi hanno detto che non sarà discussa nella prima giornata il martedì, ma la seconda, il mercoledì 19 dicembre).

È una proposta di atto amministrativo di iniziativa popolare richiesto da 220 cittadini questa estate. I punti fondamentali della proposta sono:

1. quorum zero nei referendum comunali

2. invio dell’opuscolo informativo a tutte le famiglie come in Svizzera

3. abbinamento dei referendum comunali alle votazioni nazionali ed europee

4. rendere vincolante referendum propositivo

5. numero di firme dal 5% al 2% (come nel 2009)

Qui si trova l’intera proposta con la descrizione.

Mercoledì 19 dicembre 2012 avrò 20 minuti di tempo per illustrare i contenuti della proposta ai consiglieri. Continue reading

togliere il quorum – il video della presentazione del 05-12-12 a Rovereto

di Paolo Michelotto

ecco il video, spezzato in 3 parti di 10 minuti ciascuna con la presentazione con cui cercavo di spiegare cos’è il quorum e perchè è necessario toglierlo.

Mercoledì 19 dicembre si discuterà di questo tema in Consiglio Comunale a Rovereto, farò un intervento di 20 minuti, diverso da questo e con qualche sorpresa. La seduta è pubblica e tutti i cittadini sono invitati.

Togliere il quorum 1

Togliere il quorum 2

Togliere il quorum 3

11/12/2012 – Proposta di iniziativa popolare a Sesto S.G. (Milano)

Inizia la raccolta firme per la proposta di iniziativa popolare “quorum zero e più democrazia” a Sesto San Giovanni.

Maggiori dettagli qui

Il Porcellum Tridentinum – a Trento quorum al 30% firme aumentate del 125%

di Paolo Michelotto

porcellum-tridentinum

ripubblico qui le considerazioni dell’amico Matteo Rigotti rispetto alla votazione avvenuta nel Consiglio Comunale di Trento il 5-12-12. Hanno abbassato il quorum dei referendum comunali al 30% e aumentato le firme al 5%.

Hanno come al solito preso in giro i cittadini facendo anche bella figura di quelli che vengono incontro alle loro istanze. Avere il 30% o il 50% è esattamente identico. Visto che la media dei votanti in un paese evoluto come la Svizzera nei referendum senza quorum è del 42% (ed è ovvio perchè si vota su un solo argomento, mentre nelle votazioni comunali ci sono magari 200 candidati ognuno che promuove se stesso e centinaia di migliaia di euro spesi per le campagne per farsi eleggere), significa che solo un 12 % di cittadini propensi per il no, aggiunti ai normali astenuti, fanno invalidare il referendum. E quindi vince il No facile, come quando c’è il 50%. Questi rappresentanti sarebbero stati meno ipocriti se avessero lasciato il 50%
La cosa però estremamente positiva è che non pochi cittadini sono venuti a conoscenza di questa gabola. E un passo dopo l’altro essa dovrà essere tolta, perchè diventerà l’opinione maggioritaria. Proseguiamo. Il 18-19 Dicembre tocca al Consiglio Comunale di Rovereto discutere questa proposta!

Ecco l’articolo di Matteo:

E’ nato il “Porcellum Tridentinum”. Nella fredda notte del 5 dicembre dell’anno 2012, mentre la città di Trento sonnecchiava pensando ai mercatini di Natale, è stata approvata la delibera che rende praticamente irraggiungibile la possibilità di richiesta di referendum da parte di comuni cittadini.

I cittadini chiedono un’apertura verso gli strumenti di partecipazione, proponendo l’eliminazione del quorum dai referendum comunali, e il Consiglio abbassa il quorum di 20 punti percentuali aumentando del 125% le firme da raccogliere.

Questa delibera è stata definita da alcuni quotidiani locali, citando probabilmente le proverbiali parole di alcuni consiglieri, una delibera di “mediazione”. A casa nostra la mediazione tra 50% e 0 è 25% (e basta). Un quorum del 25% avrebbe dato al Comune la tanto cercata “quiete” mantenendo abbastanza garanzie (ma garanzie da cosa?…dalla partecipazione??) . No. Si è scelto di arrivare ad un quorum del 30% (inutile ripetere che è il concetto di quorum a dover essere eliminato), spacciandolo addirittura con un “venire incontro ai cittadini”, dicendo che però va bilanciato portando le firme da raccogliere per presentare richiesta di referendum al 5% degli elettori (non vi è comunque traccia di legge che vincoli il quorum al numero di sottoscrizioni da raccogliere).

Questo “innocuo” 5% citato blandamente dai quotidiani è in realtà un +125% rispetto alla situazione attuale! Si passerebbe dalle 2000 firme di oggi (il 2,3% degli elettori, cioè più del doppio dell’1% richiesto a livello nazionale), a circa 4500 firme. Detta così potrebbe anche non fare effetto…ma sì, magari le firme erano basse prima, è giusto alzarle adesso… in realtà le 2000 firme non sono poche, abbiamo già detto che sono più del doppio di quanto si richiede a livello nazionale, inoltre questo numero di firme ha portato a 2 soli quesiti referendari comunali in 15 anni. Continue reading

Rovereto: si discuterà di Quorum Zero in Consiglio Comunale il 18-19 dicembre 2012 – intervista con Sindaco Villa Lagarina (TN) pro Quorum Zero

di Paolo Michelotto

barbara lorenzi - andrea miorandi

ieri sera 5 dicembre 2012 la serata conoscitiva sulla proposta di atto amministrativo di iniziativa popolare è stata molto interessante per vari motivi. La presenza di 9 consiglieri comunali su 40, del Sindaco Andrea Miorandi, del Presidente del Consiglio Comunale Barbara Lorenzi, di vari capigruppo del Consiglio e di cittadini interessati. All’inizio serata un’ottimo annuncio. La Conferenza dei Capigruppo ossia chi decide l’agenda di discussione del Consiglio Comunale, ha deciso di parlare della proposta di atto amministrativo di iniziativa popolare “Quorum Zero e Più Democrazia” all’interno del Consiglio Comunale il 18 e 19 dicembre 2012. (invito già da ora tutti i cittadini ad essere presenti!).

E a fine serata hanno annunciato l’intenzione di invitare uno dei primi firmatari ad esporre l’argomento (nei tempi e modi previsti dal Regolamento del Consiglio Comunale) all’interno del Consiglio all’inizio della discussione.

Ho iniziato ad illustrare la presentazione (qui sotto ci sono tutte le slide):

presentazione quorum zero 5-12-12

Poi mostrato l’intervista realizzata al Sindaco Alessio Manica (PD) di Villa Lagarina (TN) unico comune del trentino ad avere quorum zero.

Poi è seguita la discussione con intervento finale del Sindaco Andrea Miorandi, che si detto non contrario alla abolizione del quorum.

Prossimo appuntamento il 18 e 19 dicembre 2012 in Consiglio Comunale a Rovereto.

Qui a seguire il testo scritto dell’intervento che mi era preparato per la serata:

Quorum, cos’è e perché va abolito

di Paolo Michelotto Continue reading

Quorum zero a Vicenza, sempre più vicino

di Paolo Michelotto

Ecco il riquadro sul quorum zero, a fianco dell’articolo apparso sul Corriere della Sera nell’inserto Veneto. Clicca sull’immagine per vederla grande.

corriere della sera - vicenza - 04-12-12

A Vicenza, si è sempre più vicini al quorum zero. Anche se i consiglieri vogliono introdurre il “curioso” obbligo di abbinamento alle votazioni regionali e nazionali. Quindi se per tre anni non si vota a quel livello, anche un referendum comunale rimane bloccato. La fantasia per mettere i bastoni tra le ruota ai cittadini ai nostri amministratori non manca mai. Giustificata con la spending review. Ossia la colpa è di Monti o forse della Merkel. Continue reading

“Quorum Zero” discussa dal Consiglio Comunale di Trento il 4 dicembre

E’ arrivato il momento tanto atteso: la discussione dell’iniziativa popolare “Quorum Zero a Trento” da parte del Consiglio Comunale di Trento. Sarà la prima discussione di una proposta di delibera presentata direttamente dai cittadini del Comune. La discussione si terrà durante il Consiglio comunale di martedì 4 dicembre, il cui inizio è previsto alle ore 18:00. La proposta non sarà la prima in discussione, ma dovrebbe comunque concludersi nella seduta del 4 dicembre e non protrarsi nella seduta successiva del 5 dicembre.

I promotori e firmatari rinnovano l’appello a tutti i cittadini: “sarà fondamentale la presenza alla discussione. Democrazia è anche partecipazione attiva, se vogliamo cambiare in meglio dobbiamo attivarci in prima persona”.

Il ritrovo è previsto poco prima delle ore 18:00 all’entrata di Palazzo Thun.

Altre informazioni sul blog dell’iniziativa: quorumzerotrento.wordpress.com

Questo il servizio di TrentinoTV sulla conferenza stampa del 30 novembre, con un resoconto delle iniziative portate avanti a Trento, comunale (Quorum Zero a Trento), provinciale (Più Democrazia in Trentino) e nazionale (Quorum Zero e Più Democrazia):

a Rovereto, Quorum Zero sarà discussa in pubblico il 5/12/2012 e poi in Consiglio Comunale. Intanto a Lagundo (BZ)…

di Paolo Michelotto

democrazia diretta

martedì scorso 20/11/12 i capigruppo dei partiti presenti nel Consiglio Comunale di Rovereto si sono riuniti nella consueta Conferenza dei Capigruppo con la presenza anche del Segretario Comunale.

Hanno discusso anche la proposta di atto amministrativo di iniziativa popolare Quorum Zero e Più Democrazia che avevamo depositato il 18 Giugno 2012. Su forte sollecitazione di Mauro Previdi, capogruppo dei Verdi, hanno deciso di proporre innanzitutto un incontro pubblico informativo rivolto a tutti i Consiglieri Comunali e a tutti i cittadini, organizzato per il mercoledì 5 dicembre ore 20,30 presso l’Urban Center sul tema quorum zero. Sarà un incontro moderato dal Presidente del Consiglio Comunale e tutti i presenti potranno fare domande ed ottenere risposte.

Il capogruppo PD Fabrizio Gerola, si è incaricato di trovare un esperto che porti le ragioni per sostenere la presenza del quorum nei referendum, mentre io spiegherò le ragioni per toglierlo e per accorpare le date dei referendum comunali alle votazioni nazionali ed europee.

Questo incontro sarà poi seguito, in una data da fissare, dalla discussione in Consiglio Comunale dello stesso argomento.

L’incontro è aperto a tutti e tutti i cittadini che hanno a cuore la democrazia sono invitati a partecipare.

Nel frattempo a Lagundo (BZ) comune di 4800 abitanti, vicino a Merano, a poco più di 100 km da noi, il 3 ottobre 2012 hanno tolto il quorum dai referendum comunali con voto all’unanimità di tutti i consiglieri comunali.

Ecco l’articolo apparso il 5 ottobre 2012 Continue reading

QUESTA E’ LA DEMOCRAZIA DEI CITTADINI !

Gianni Ceri
questa è LA DEMOCRAZIA:
In Usa (è una repubblica federale composta da 50 singoli stati aggregati) alle elezioni presidenziali si presentano sempre referendum popolari che sono diversissimi a seconda dello stato. Ciascuno ha le proprie esigenze, tradizioni, bisogni.

In California è stato presentato un referendum che alla vigilia era considerato folle. Impossibile che potesse vincere. Era dato perdente da tutti, definito da Mitt Romney “un paradosso, un vero obbrobrio perché va contro la natura stessa degli umani”. La “proposition 30” chiamava i cittadini californiani a scegliere tra due opzioni: a) aumentare del 14,7% le tasse per chi guadagna da 500 mila a 1 milione di dollari all’anno e del 28,5% per tutti coloro che guadagnano da 1 milione di dollari in su, oppure b) non aumentare le tasse.

Scelta semplice ed elementare.

Con un’aggiunta: il referendum era specifico; si spiegava infatti che quei soldi servivano per l’istruzione pubblica e la ricerca scientifica.

Poiché in California c’è il più vasto numero di famiglie ricche del mondo occidentale (e sono quelli che votano), gli ultimi sondaggi prima del voto davano vincente il No alle tasse per un 68%. I votanti erano quasi dieci milioni.

IL risultato del voto è stato il seguente:

VotesPercentage Yes 4,967,03953.9% 53,9%

NO 4,251,55846.1% 46,1%

Ha vinto il sì.

http://www.you-ng.it/blog/4026-ecco-il-futuro-che-avanza-arriva-dalla-california-la-rivoluzione-esistenziale-nel-sociale.html

L’incredibile caso della proposta di atto amministrativo di iniziativa popolare non discutibile a Rovereto.

di Paolo Michelotto

democrazia-diretta1

giovedì 15 novembre alle ore 20,30 presso la saletta degli Eco e Verdi messa a disposizione da Ruggero Pozzer in via Setaioli 24 – Rovereto (TN) abbiamo organizzato un incontro aperto a tutti i cittadini sensibili alla democrazia di Rovereto.

Discuteremo dell’inverosimile caso della proposta di atto amministrativo di iniziativa popolare Quorum Zero e Più Democrazia sostenuto da più di 200 firme AUTENTICATE di cittadini roveretani, che NON è stato discusso in Consiglio Comunale e delle iniziative da intraprendere.

Questi i fatti: Continue reading

lettera da inviare alle trasmissioni televisive

ho scritto questa lettera a :

Santoro : SERVIZIO PUBBLICO > redazione@serviziopubblico.it


 Augias: > lestorie@rai.it
GABANELLI : REPORT  > report@rai.it
se scriviamo tutti, forse ci contattano!!!!

questo il testo che ovviamente potete personalizzare e modificare a vs piacimento:Gentile redazione di Servizio Pubblico,

mi chiamo …………. del comitato di cittadini che ha promosso la legge di iniziativa popolare “QUORUM ZERO E PIU’ DEMOCRAZIA”.

Siamo dei semplici cittadini e non abbiamo alcuna organizzazione partitica o sindacale che ci sostenga.

Nonostante ciò, siamo riusciti a raccogliere 52860 firme di sostegno che abbiamo consegnato a Roma alla Camera dei deputati il 24 agosto scorso.

Chiediamo agli organi di diffusione un sostegno mediatico e quindi Vi abbiamo scritto nella speranza che almeno voi possiate darci una mano nella diffusione di questa iniziativa che ha avuto incredibilmente successo, senza l’ aiuto di nessuno ma solo con il volontariato gratuito (anzi a spese ) di centinaia di cittadini.

Come sapete le leggi di iniziativa popolare vengono sempre messe nel dimenticatoio del Parlamento, e quindi noi chiediamo l’aiuto dei media per fare pressione su di esso, soprattutto in questo momento importante per il cambiamento della politica in Italia e non solo.

Vi allego il link della proposta di legge di iniziativa di legge popolare stampato per la Camera dei Deputati :http://www.camera.it/_dati/leg16/lavori/stampati/pdf/16PDL0063510.pdf

in sintesi :
- Quorum zero in tutti i referendum.

- Revoca degli eletti, che previa raccolta di un numero elevato di firme, possono essere sottoposti a votazione di revoca del mandato (come in California, Svizzera, Venezuela, Bolivia).

- Indennità dei parlamentari stabilita dai cittadini al momento del voto.

- Referendum propositivo (come in California)

- Iniziativa di legge popolare a voto popolare (come in Svizzera), passa in parlamento, dove può essere accettata, rifiutata oppure generare una controproposta, ma poi viene votata dai cittadini).

- Referendum confermativo (come in Svizzera). Tutte le leggi create dal parlamento, prima di entrare in vigore, possono essere poste a votazione popolare, previa raccolta delle firme necessarie.

- Referendum obbligatori in alcune tipologie di leggi in cui i rappresentanti hanno un conflitto di interessi (es. finanziamento partiti, leggi elettorali) e sui trattati internazionali e sulle leggi urgenti.

Oltre a questi si prevedono le seguenti ulteriori innovazioni:

- Petizione con obbligo di risposta entro 3 mesi.

- Iniziativa di legge popolare a voto parlamentare con obbligo di trattazione in parlamento in 12 mesi. Se ciò non accade diviene referendum e va al voto popolare.

- Nessun limite di materie referendabili (come in Svizzera), tutto ciò che può essere discusso dai rappresentanti, può essere messo a referendum e votato dai cittadini.

- Cittadini autenticatori (oltre alle figure previste oggi per legge).

- Utilizzo di firme elettroniche (come per la Iniziativa dei Cittadini Europei).

 

L’iniziativa è nata ed è promossa da un comitato di cittadini da varie parti d’Italia. La realizzazione della proposta è stato un lungo ed appassionante percorso durato da giugno 2011 fino a febbraio 2012, fatto di incontri dal vivo e di riunioni virtuali sul web. Il testo finale è il risultato condiviso da un gruppo di persone appassionate ed esperte di democrazia diretta e impegnate da tempo su questo tema.

Qui il link per seguire l’iter parlamentare , con tutte le informazioni : http://parlamento.openpolis.it/singolo_atto/94089

Spero che possiate dare voce alla volontà di oltre 50.000 cittadini che hanno firmato affinchè venga discussa in Parlamento questa proposta di legge che contempla di dare, attraverso le istituzioni democrazia diretta in essa contenute, la sovranità al popolo, come d’altronde recita l’art. 1 della nostra Costituzione e che gran parte dei cittadini in questo momento storico richiedono.

 

Io sono a Vs. disposizione nel caso decideste di darci un po’ di risalto,

Ringraziandovi e rimanendo in attesa di un gentile riscontro, porgo

cordiali saluti

……firma


riunione quorumzero

la data scelta per la riunione quorumzero è giovedì 18 ottobre 2012 ore 21:00

“ODG : dopo la convalida delle firme a Roma e della assegnazione alla commissione affari costituzionali, quali strategie per sostenere “Quorum Zero e Più Democrazia”

e si terrà in scribblar a questo link > http://www.scribblar.com/yn0wqczd
entrate cliccandoci sopra e mettendo il vs nome e cognome, niente nick name
Alternativamente, se ci sono problemi , la faremo su skype, se regge.
chiedete il contatto a me : gianceri

riunione per strategia

dopo la convalida delle firme a Roma e della assegnazione alla commissione affari costituzionali, quali strategie per sostenere “Quorum Zero e Più Democrazia” ? Scegliamo assieme una data.

La prima data disponibile è il prossimo lunedì 15 ottobre 2012
La riunione viene considerata valida se si raggiungono i 5 partecipanti.
Questo il link per votare, seguite le istruzioni, mettete il vostro nome e cognome e scegliete il giorno, anche più di uno:

http://www.doodle.com/y9xunavwka8xhdx9#table

sostegno all’iniziativa!!!!!!!

Costituzione Italiana
Art. 1

L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.

La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.

cerchiamo di farlo rispettare! sostenete l’iniziativa DI LEGGE POPOLARE QUORUM ZERO COMMENTANDO E VOTANDO NEL LINK:
http://parlamento.openpolis.it/singolo_atto/94089

Fiato sul collo, MONITORIAMO VOTIAMO E COMMENTIAMO !!!!

è possibile monitorare la proposta iscrivendosi a openpolis :)
http://parlamento.openpolis.it/singolo_atto/94089

WOW…..E VAIII 50.000 FIRME CONVALIDATEEE!!!

CE L’ABBIAMO FATTAAAA!!!!!!!!!
RAGGIUNTE LE 50.000 FIRME CONVALIDATEEEEEEEEE!!!!!!!!
IL LINK PER SEGUIRE  L’ITER > http://nuovo.camera.it/126?tab&leg=16&idDocumento=5424&sede&tipoSEGUIRE L’ITER > http://nuovo.camera.it/126?tab&leg=16&idDocumento=5424&sede&tipo